chi lotta con la bilancia si ricordi dell'anima

Chi lotta con la bilancia pensi anche all’anima

Sono in lotta perenne con la bilancia, da anni sono una fisarmonica e la mia serenità è contaminata dal mio sovrappeso. Provo tutte le diete del mondo, con o senza dietologo e duro massimo un mese, perdo i primi kg ma poi è più forte di me. Il mio amico del cuore mi dice che dovrei andare in terapia, perché il problema non è solo nel peso ma parte dalla testa e che io cerco qualcosa di esterno perché non mi accetto interiormente. Che cosa ne pensa?

Giulia

Vicenza

Partiamo dalla considerazione che la nostra società ci impone canoni estetici assai difficili da raggiungere, ma propagandati in modo tale che molti di noi finiscono per considerarli fondamentali per la piena realizzazione della propria vita. Immagini di modelli apparentemente perfetti popolano lo schermo televisivo, occupano intere pagine di quotidiani e riviste e ci impongono un confronto dal quale difficilmente possiamo uscire vincitori.
Ciò che conta è sempre di più l’apparenza, l’aspetto esteriore, tanto che a volte si finisce per trascurare ciò che sta dietro ad ogni immagine, cioè l’interiorità.
È pur vero che ognuno di noi abita un corpo, con le sue imperfezioni e i segni che il tempo continua a depositarvi: così spesso abbiamo paura di mostrarci così come siamo e cerchiamo di apparire come ci piacerebbe essere, molte volte a partire proprio dal peso.
Certo, talvolta il grasso eccessivo è un problema di salute, e come tale va affrontato, ma in ogni caso è bene evitare di separare mente e corpo: ogni percorso di accettazione di sè va fatto in parallelo, perché, come ci ricordano gli antichi, la mens non può essere sana se non in corpore sano.
Il suo amico probabilmente intende dirle che la perfezione non esiste e che la ricerca ossessiva della perfezione fisica nasconde spesso un vuoto interiore, che si cerca di colmare solo dando un’immagine esteriore che finisce per essere illusoria.
Cerchiamo allora di trovare un’armonia tra la cura del corpo, che nella nostra società è diventata eccessiva, e la cura dell’anima, perché intelligenza, eleganza, spirito sono tesori da scoprire e valorizzare per poter brillare non solo della luce che il nostro corpo riflette, ma anche di quella che proviene dalla nostra anima.

“Non accettiamo il nostro corpo, il nostro stato di salute, la nostra età, perché ci regoliamo sugli altri, quando non sugli stereotipi che la pubblicità ci offre ogni giorno.” (Umberto Galimberti)

lavinia@ethicasas.it

120318
Senza titolo

Wine Meridian: nasce una nuova realtà editoriale www.winemeridian.com

17.01.2014

Un sogno e una sfida a fianco dei produttori, un nuoo progetto in cui Ethica collabora. Wine Meridian nasce dal quotidiano confronto con gli imprenditori del vino, gli export …

corso produttori

Corso per produttori: sviluppare l’export nel settore del vino

07.09.2013

L’export sta rappresentando sempre di più una chiave fondamentale per la competitività delle imprese vitivinicole italiane. I mercati internazionali del vino, però, presentano caratteristiche sempre più complesse – sia …

Sede legale
Via Parini, 31 - 36100 Vicenza
Tel: 348 5727501
Fax: 045 5111343
P.Iva 03496610241

Ethica S.a.s. 2011 © - All right reserved