Prendiamola con filosofia, L'amore rifugge da ogni condizione

L’amore rifugge da ogni condizione

Avrei una semplice domanda da porle: è meglio essere amati incondizionatamente da una persona o è meglio amare incondizionatamente una persona?

Elisa, Noventa Vicentina

Prima di tutto sarebbe interessante capire da cosa nasce questa domanda. Ogni nostro interrogarci, anche se formulato nel modo più astratto, nasce da un bisogno concreto e soprattutto scaturisce da una situazione di vita. Pertanto la invito a riflettere agli aspetti più profondi che l’hanno spinta a scrivere a questa rubrica.

Entrando nel merito della questione, di fatto lei pone più di una domanda. Almeno due: è meglio essere amati o è meglio amare? E poi: l’amore è, o può essere, incondizionato? Per quanto riguarda il primo aspetto, possiamo dire che ognuno di noi ha bisogno di essere amato e contemporaneamente di amare. E, se pure ci sono forme di amore a senso unico, il modo più ricco e completo di vivere questo sentimento sta nella reciprocità, nell’interazione che si potenzia e si arricchisce giorno dopo giorno dando amore e ricevendolo.

Certo, quante volte succede, soprattutto nella vita di coppia, che uno dei due sia convinto di amare di più dell’altro. Ma l’amore non si misura a peso. È qualcosa di talmente soggettivo che non può essere in nessun modo comparato. Ognuno ama come sente, a modo proprio, e l’alchimia dell’amore si manifesta solo nella combinazione di due modi di sentire diversi che si incontrano e si fondono. L’amore è una pianta da coltivare e richiede attenzione e cura, perché continui a vivere e a crescere.

E questo porta all’altro lato della sua domanda: che cosa vuol dire amare o essere amati incondizionatamente? Si può amare condizionatamente? Si può accettare di essere amati condizionatamente, cioè non sentendosi accolti del tutto?

L’amore per sua natura rifugge da qualunque condizionamento e da qualunque calcolo. L’amore non può che essere infinito ed eterno, anche se poi ha a che fare con la nostra natura finita e limitata.

Succede così che talvolta si ami “con riserva”, perché dietro questa limitazione si nasconde la paura. Paura che possa finire, paura che ci porta a dire preventivamente “sono caduto da cavallo, ma tanto volevo scendere”. Oppure timore di non essere accettati per quello che siamo.

In ogni caso è bene partire sempre da sé e accettare quello che ci viene di fare, spontaneamente. Lei riuscirebbe a controllarsi nel suo modo di amare?

Se sì, ciò significa che questa è la sua modalità di amare. Le auguro che essa si incontri con quella della persona che lei ama e da cui desidera essere amata.

“Amore non è guardarsi a vicenda; è guardare insieme nella stessa direzione.” (Antoine de Saint-Exupéry)
lavinia@ethicasas.it

120806
Senza titolo

Wine Meridian: nasce una nuova realtà editoriale www.winemeridian.com

17.01.2014

Un sogno e una sfida a fianco dei produttori, un nuoo progetto in cui Ethica collabora. Wine Meridian nasce dal quotidiano confronto con gli imprenditori del vino, gli export manager, i wine ambassador, ascoltando esperienze e …

corso produttori

Corso per produttori: sviluppare l’export nel settore del vino

07.09.2013

L’export sta rappresentando sempre di più una chiave fondamentale per la competitività delle imprese vitivinicole italiane. I mercati internazionali del vino, però, presentano caratteristiche sempre …

Sede legale
Via Parini, 31 - 36100 Vicenza
Tel: 348 5727501
Fax: 045 5111343
P.Iva 03496610241

Ethica S.a.s. 2011 © - All right reserved