120430 immagine

Ogni giorno di lavoro viviamo tre responsabilità

Lavoro in una azienda molto grossa e anche nel nostro settore, senza fare nomi, è arrivata la crisi con tutta la sua potenza e distruzione.
Uno dei titolari, in una recente riunione di tutti quelli che svolgono il mio ruolo, ha parlato di come l’unione e la capacità di credere in quello che si fa potranno aiutarci a superare questo momento.
Subito mi sono sembrate parole vuote, ma poi ha parlato della responsabilità che ognuno di noi ha e questo mi ha toccato.

Vorrei approfondire l’argomento.

Che cosa si intende in ambito filosofico quando si parla di responsabilità?
Giuseppe
Thiene

La sua lettera permette di fare una riflessione su un tema che, soprattutto nel mondo del lavoro, non viene preso abbastanza in considerazione. Il suo titolare ha sicuramente colto un aspetto chiave per poter affrontare questo momento difficile per tutti.
A che cosa precisamente ci riferiamo quando parliamo di responsabilità personale all’interno di un’azienda?
Prima di tutto alla responsabilità del nostro ruolo: quando occupiamo un posto all’interno di un’organizzazione, esiste in primo luogo una responsabilità di carattere burocratico, in base alla quale siamo giuridicamente responsabili per ciò che riguarda l’assolvimento degli obblighi e delle attese ad esso inerenti.
Ma non è solo questa la sfera cui facciamo riferimento.
Infatti in ogni lavoro c’è una componente di responsabilità morale, che spesso viene trascurata sia dai lavoratori sia dalle organizzazioni.
Si tratta di responsabilità prima di tutto verso noi stessi: infatti non impegnarsi per fare bene il nostro lavoro significa rinunciare a vivere con pienezza metà della nostra vita.
Si tratta anche di responsabi- lità verso i colleghi: infatti è ne- cessario un impegno costante a non infrangere le relazioni professionali che costituisco- no la base del nostro essere al lavoro.
Si tratta infine di responsabilità verso l’azienda per cui lavoriamo: non è solo in questione il rispetto delle clausole contrattuali che definiscono ruoli e mansioni, quanto piuttosto l’adesione agli ordinamenti e ai principi etici che costituiscono l’ossatura della nostra attività e che garantiscono l’autentico buon funzionamento della macchina lavorativa.
Lei ha colto nelle parole del suo titolare un concetto chiave.
Speriamo che anche i suoi colleghi e tutte le persone che lavorano in aziende siano consapevoli della responsabilità che hanno.
E non pensi, come alcuni sostengono, che così non siamo più liberi, ma dipendenti dall’azienda.
Infatti si è liberi solo se si è responsabili.
“Responsabilità e libertà sono concetti che si corrispondono reciprocamente. La responsabilità presuppone la libertà e questa non può consistere se non nella responsabilità.” (Dietrich Bonhoeffer)

lavinia@ethicasas.it

120430
Senza titolo

Wine Meridian: nasce una nuova realtà editoriale www.winemeridian.com

17.01.2014

Un sogno e una sfida a fianco dei produttori, un nuoo progetto in cui Ethica collabora. Wine Meridian nasce dal quotidiano confronto con gli imprenditori del vino, gli export manager, i wine ambassador, ascoltando esperienze …

corso produttori

Corso per produttori: sviluppare l’export nel settore del vino

07.09.2013

L’export sta rappresentando sempre di più una chiave fondamentale per la competitività delle imprese vitivinicole italiane. I mercati internazionali del vino, però, presentano caratteristiche sempre più complesse – sia per quanto riguarda le caratteristiche del mercato, della distribuzione, sia …

Sede legale
Via Parini, 31 - 36100 Vicenza
Tel: 348 5727501
Fax: 045 5111343
P.Iva 03496610241

Ethica S.a.s. 2011 © - All right reserved